Restauro della Villa Arbusto – Lacco Ameno – Ischia – Napoli

Il restauro del Museo è stato eseguito secondo gli accorgimenti della museografia moderna e conserva oltre tremila reperti archeologici che hanno fatto di Pithecusae il più antico stanziamento greco in Italia meridionale.  Il complesso Villa Arbusto è costituito da sei corpi di fabbrica e un orto botanico con piante rare sulle quali è stata applicata la metodologia di indagine per il rilevamento della composizione vegetazionale del parco e del giardino storico.  – Realizzazione di una cabina di trasformazione energia elettrica da 20000 volt-ampere, comprensiva di generatore elettrico e UPS (gruppo di continuità) – Tutti gli impianti elettrici, antintrusione, antincendio, condizionamento sono stati realizzati per essere gestiti e controllati da sistemi di supervisione e telegestione mediante hardware e software e tbx realizzati in campo. Realizzazione di schede di rete per il controllo puntuale di ogni unità operativa indicante lo stato e il modo d’uso attraverso un controllo digitale e analogico, con matrice video, ampliamento hardware e software, compreso la posa di oltre 20.000 ml di cavi a fibra ottica
– 900.000 CM di perforazioni armate
– 50.000 ML di cavi elettrici e linee speciali
– 30.000 ML di tubazioni in pead
– 30.000 KG di infissi in ferro blindati
– 10.000 MQ di pavimentazione in basoli, taglime di tufo, porfido e cotto toscano
– 8.000 ML di micropali armati
– 5.000 MQ di intonaci deumidificanti e antisalini
– 3.000 ML di pali armati del diametro di mm.1000
– 3.000 MQ di rivestimento a faccia vista con pietre locali
– 1.500 essenze arboreepiantumate
– 500 ml. Lineari di restauro cornici preesistenti
– manodopera impiegata mediamente circa 110 operai addetti alle varie mansioni

2017-12-12T10:57:34+00:00